Propositi per l’anno nuovo: la formazione ci porterà verso il successo

Il 2020 non è stato solo l’anno in cui abbiamo imparato che lavorare da casa è possibile e, in qualche caso, anche desiderabile. È stato l’anno in cui abbiamo potuto fare esperienza davvero di uno degli elementi che costituiscono un grande limite e una grande opportunità allo stesso tempo. Per la prima volta nella storia, infatti, la forza lavoro, con cui ci troviamo tutti i giorni a relazionarci, include più di quattro differenti generazioni. A cui si aggiunge la nuova categoria dei perennials, individui accomunati dalla capacità di restare curiosi e sul pezzo su qualsiasi argomenti li appassioni.

Ciò, da un lato, determina la necessità di gestire gruppi di lavoro complessi, con esigenze e prospettive diverse che richiedono differenti approcci e risposte; dall’altro, offre un’opportunità di apprendimento continuo che, se adeguatamente sostenuta, può portare la nostra organizzazione verso il successo. Gli studi più recenti, infatti, confermano che una cultura aziendale basata sulla formazione continua è capace di aumentare il coinvolgimento delle persone e aumentare le performance di business oltre le aspettative.

Perché quello sulle persone è l’investimento più efficace

La cultura della formazione, infatti, è in grado di supportare l’intera organizzazione sin dalle sue fondamenta. È quel che emerge da un recente studio condotto dal HR Exchange Network, intitolato Why the Learning Culture Drives Business Success. Tale studio, che ha coinvolto responsabili HR a più livelli negli Stati Uniti, analizza il modo in cui le aziende hanno dato corpo a tale cultura, dimostrando gli effetti benefici della sua applicazione sul raggiungimento degli obiettivi individuali e collettivi, al punto da essere in grado di individuare la formazione come un elemento strategico di business sul medio e lungo periodo. Vediamo in che modo.

Raggiungere il proprio potenziale

Come spesso accade, dimostra il report di HR Exchange Network, le persone tendono a imparare di più e meglio, se viene data loro l’opportunità di migliorare competenze e di acquisire maggiore conoscenza nei propri campi di azione. Il mondo in cui viviamo spesso ci spinge a imparare sempre cose nuove, finendo per avere una conoscenza media su tutto. Cosa accadrebbe se, invece, ci concentrassimo su quello che già ci viene meglio? Probabilmente, dicono gli esperti, potremmo realizzare davvero tutto il nostro potenziale. Allora, investire in una formazione il più possibile individuale e specifica, colmando le lacune di persone già competenti nei loro campi di azione, permette di raggiungere risultati migliori anche a livello globale.

—–

Vuoi mettere al centro la tua workforce in questo 2021? Scarica gratuitamente il nostro WhitePaper in inglese “Putting the Humanity back into HR”. Compila questo form:


—–

Generare un circolo virtuoso di apprendimento

Se queste persone, poi, continuano a migliorare raggiungendo risultati sempre positivi, si sentiranno sempre più sicure del proprio sapere. E ciò permetterà loro, da un lato, di continuare  a migliorare e, dall’altro, di ispirare colleghi e colleghe a fare lo stesso, generando un circuito virtuoso di apprendimento che va dall’interno verso l’esterno e viceversa. Inoltre, quando acquisiamo nuovi strumenti che ci permettono di lavorare meglio e più velocemente, diventiamo anche più capaci di utilizzare tali strumenti per trovare soluzioni nuove. La formazione è, infatti, un importante vettore di creatività e innovazione che consente all’organizzazione di posizionarsi sul mercato in modo ancor più competitivo.

Aumentare il senso di appartenenza

Pianificare la propria proposta formativa in maniera strutturata, allora, è una scelta strategica che lega HR e Business Development, CSR e Finance, obiettivi di business e obiettivi di crescita sulle persone. Di conseguenza, appare necessario che il piano di formazione preveda anche degli elementi che permettono ai e alle dipendenti di acquisire conoscenze interne sul funzionamento e sugli obiettivi dell’organizzazione: in particolare, facendo circolare più informazioni riguardo alla strategia e agli obiettivi, alla relazione con il cliente, all’andamento dei profitti. Una scelta che agirà positivamente anche sul senso di appartenenza dei collaboratori e delle collaboratrici che si sentiranno responsabili, oltre che consapevoli, della direzione globale. Per questo, è molto importante investire sulla formazione al fine di acquisire competenze comunicative e digitali che consentono di colmare le lacune, anche generazionali, e di condividere davvero la conoscenza.

Migliorare il coinvolgimento delle persone

Inoltre, è importante considerare il fatto che l’investimento che l’azienda fa nella formazione delle sue persone, dimostra loro quanto siano importanti e di valore per l’organizzazione stessa. Fornire opportunità di formazione aumenta così il livello di coinvolgimento delle persone, che si sentono apprezzate e valorizzate nei loro percorsi di crescita e di carriera individuali. Creare un ambiente di questo tipo, infine, riduce sensibilmente il rischio di burnout, che abbiamo visto aumenta nelle situazioni a distanza come quelle che stiamo vivendo e che probabilmente continueremo a vivere anche nel 2021; accresce la motivazione e spinge le persone a diventare più propositive e proattive nei confronti del successo dell’organizzazione.

Scarica altri contenuti gratuiti Speexx:

Infografiche, whitepaper ed eBook su tematiche HR e Tip linguistici dei nostri trainer

Clicca qui