Il ruolo cruciale che le soft skills svolgono sul posto di lavoro è ormai più che affermato nel mondo aziendale. Queste qualità non tecniche come la comunicazione, il lavoro di squadra e la risoluzione dei problemi possono essere più decisive per la carriera rispetto alle hard skills. Avere un’elevata intelligenza emotiva rappresenta un enorme vantaggio quando si tratta di interazioni sul posto di lavoro ed è spesso il “segretodietro un leadership efficace e un’organizzazione ad alte prestazioni. 

people working

Man mano che queste qualità diventano più rilevanti e ambite nell’ambiente di lavoro, conoscere come valutare queste competenze diventa cruciale per i professionisti delle risorse umane. Questo articolo approfondisce la necessità di valutare le soft skills, le difficoltà incontrate e prova a dar risposta alla domanda cruciale: Le soft skills possono essere misurate? 

Content

L’Importanza delle soft skills 

La valutazione delle soft skills è ora una parte chiave del processo di selezione poiché i professionisti delle risorse umane cercano la persona più adatta per un ruolo. Queste capacità interpersonali sono inestimabili per un’interazione fluida tra i membri del team, un’esecuzione efficace dei compiti e l’adattabilità di fronte a cambiamenti imprevisti. 

I candidati con forti soft skills mostrano spesso un alto grado di empatia, sono abili nella gestione delle persone, hanno un talento per il pensiero strategico e sono spesso naturalmente propensi alla leadership. Pertanto, quando un’organizzazione cerca attivamente e coltiva tali talenti, è la prova che al suo interno c’è una cultura aziendale innovativa e agile. 

La sfida della valutazione delle soft skills 

Nonostante la loro importanza, l’attività di valutare le soft skills è spesso ricca di difficoltà. A differenza delle hard skills, che possono essere facilmente validate tramite test e/o qualifiche, le soft skills sono meno tangibili e quindi più difficili da quantificare. I candidati tendono anche ad esagerare o a rappresentare in modo inaccurato le loro soft skills durante un colloquio, rendendone ancora più difficile , una valutazione accurata. 

Si aggiunge un ulteriore strato di complessità quando si considerano anche le varietà culturali: le qualità valutate come ‘soft skills essenziali’ in un contesto culturale potrebbero non essere considerate allo stesso modo in un altro. Ad esempio, l’assertività potrebbe essere vista come un tratto desiderabile in uno specifico ambito, mentre in un altro potrebbe essere percepita come aggressiva o irrispettosa. Pertanto, la valutazione delle soft skills deve essere affrontata attraverso un’ottica culturalmente sensibile.

Come ottenere e mantenere i migliori talenti + Infografica su Gen Z

Scarica

Scarica il documento