Motivare la workforce: Come allineare produttività e formazione

Una delle maggiori sfide per le aziende consiste nel mantenere motivata la workforce in qualsiasi momento. Quando i dipendenti svolgono le stesse mansioni giorno dopo giorno, diventa difficile mantenere alto l’interesse e farli rendere al meglio.

La soluzione a questo problema è data dalla formazione: l’apprendimento di nuove capacità o il miglioramento di quelle già acquisite sbloccherà lo “stato di inerzia” e darà nuovi stimoli. Ciò darà benefici ai dipendenti, evitando che si annoino, e rilancerà la produttività generale dell’azienda.

L’istruzione figura tra i benefit principali per i dipendenti

Le aziende possono offrire svariati benefit per trattenere i dipendenti, ma è importante capire quali motivino maggiormente e generando risultati reali. Uno studio condotto da Iveta Němečková per il periodico Central European Business Review ha rivelato che, tra svariati strumenti motivazionali, la formazione linguistica sovvenzionata dal datore di lavoro figurava come uno dei tre benefit col maggior numero di preferenze (secondo solo ai giorni di congedo per malattia e ai contributi pensionistici).

In particolar modo, in seguito a una recessione economica, le aziende potrebbero decidere di tagliare i costi associati alla formazione dei dipendenti: tuttavia, gli effetti di tale misura a lungo termine potrebbero risultare drastici. Potrebbe comportare una diminuzione delle competenze, della produttività e del grado di fidelizzazione dei dipendenti. L’offerta formativa può essere un modo per prevenire che i dipendenti più motivati scelgano un’altra azienda per inseguire “terreni più fertili” con maggiori opportunità di carriera.

La formazione crea interesse nei dipendenti più motivati

Un’iniziativa formativa allargata all’intera azienda dà beneficio perchè migliorare il rendimento della workforce. Tuttavia, dimostra di avere maggiori effetti sui dipendenti che sono già altamente motivati e mostrano di avere passione per l’apprendimento.

Come fa notare Brad Stone del New York Times nella recensione del libro How Google Works, sono questi i dipendenti che “le aziende devono assumere e trattenere […], i dipendenti più creativi e intelligenti non sono necessariamente ammaliati da gratifiche come stipendi elevati e promozioni”. Datori di lavoro innovativi e prestigiosi come in Google ricercano dipendenti che dimostrino una passione per l’apprendimento e un impegno diario a migliorarsi.

Ignorare il potenziale di dipendenti di questo tipo sarebbe distruttivo per le aziende. Al contrario, dovrebbero incoraggiare e sostenere i lavoratori motivati attraverso un sistema formativo coinvolgente e ingaggiante.

La formazione dei dipendenti comporta un incremento della produttività

Un dipendente dall’alto rendimento può svolgere il doppio del lavoro nello stesso lasso di tempo necessario alla sua controparte meno produttiva. È dunque ragionevole che le aziende nutrano un interesse legittimo nel trattenere dipendenti produttivi, al fine di aumentare la produzione generale riducendo al minimo il fabbisogno di risorse.

Nella relazione sulla produttività in UK, Dearden, Reed e Van Reenen discutono in merito alla correlazione tra l’incremento dei livelli di produttività e la formazione, asserendo che la formazione dei dipendenti conduca a un livello di produttività maggiore di quello che si registra in seguito ad un aumento di stipendio. Un’ulteriore ricerca condotta da Konings e Vanormelingen rivela che “il prodotto marginale di un lavoratore sottoposto a formazione è in media superiore del 23% rispetto a quello di un lavoratore non formato”.”

L’offerta di formazione migliora la produttività della vostra forza lavoro: attira persone desiderose di apprendere, contribuisce a fidelizzare i dipendenti e aiuta questi ultimi a lavorare in modo più rapido e accurato. In tal modo potrete garantire che i vostri dipendenti raggiungano i massimi livelli di produttività, incrementando immediatamente i loro singoli contributi all’azienda.

Le principali lezioni apprese

La formazione non solo motiva i dipendenti e migliora la produttività, ma serve anche per attirare e incoraggiare i collaboratori talentuosi il cui obiettivo personale è l’apprendimento continuo. Perciò risulta importante per le aziende considerare in qualsiasi momento gli aspetti formativi come benefit di valore.

Siete interessati ad approfondire come la formazione linguistica possa contribuire ad attirare e fidelizzare i dipendenti migliori? Leggete  il nostro white paper sulla gestione dei collaboratori di talento.

Iniziate a porre le basi per un aumento della produttività oggi stesso con la formazione linguistica Speexx.

Photo: Pressmaster / Shutterstock.com

Prova subito Speexx e scopri come una migliore comunicazione aiuterà la tua azienda a diventare più rapida e agile.

► Chiedi il tuo Free Trial!

Autore:

Oliver Albrecht inizia la sua collaborazione con Speexx nel 2003 come Country Manager della filiale italiana dell'azienda. Viene successivamente nominato Head of Business Development e nel 2008 cura la start-up della sussidiaria spagnola a Madrid. Nel febbraio 2012 assume inoltre la carica di Vice Presidente del Gruppo, con diretta responsabilità nello sviluppo commerciale in Russia e America Latina. Ad inizio 2013 Speexx inaugura la sede a San Paolo in Brasile. Prima dell'avventura in Speexx ha maturato esperienze professionali nel settore International Marketing & Sales del brand Nivea (Beiersdorf AG), è stato Partner di Commercial Consult e Amministratore Delegato di Canbox Italia. Oliver Albrecht si è laureato in Economia e Commercio Internazionale presso la European Business School di Oestrich-Winkel (Germania) e parla correntemente italiano, inglese, spagnolo, francese e la sua lingua madre, il tedesco.