Dalle organizzazioni basate sui ruoli a quelle basate sulle competenze

Per decenni i ruoli sono stati al centro dell’organizzazione del lavoro e della gestione delle persone in azienda. Oggi le cose stanno cambiando. La tecnologia continua a evolversi a ritmi rapidissimi e per le organizzazioni è più difficile farsi trovare pronti al futuro. È proprio per questo che l’agilità della forza lavoro è diventata un imperativo per il successo, la crescita e la preparazione al futuro delle organizzazioni.

Una strategia basata sulle competenze, in cui l’attenzione si sposta dai ruoli ricoperti dalle persone verso le loro skills, consente alle organizzazioni di rispondere ai cambiamenti in modo più efficiente, contribuendo ad aumentare l’adattabilità.

Vuoi leggere l’articolo più tardi? Scarica gratuitamente il PDF, compila il form:


Organizzazioni basate sulle competenze e sui ruoli: qual è la differenza?

Le organizzazioni basate sui ruoli (o sulle mansioni) consistono in strutture di forza lavoro più tradizionali, in cui i dipendenti sono “incasellati” nel proprio ruolo a seconda della loro istruzione, esperienza professionale pregressa, e si dedicano a completare i compiti associati a quel preciso ruolo.

Le organizzazioni basate sulle competenze, invece, assegnano i compiti in base alle skills piuttosto che ai ruoli. In questo caso l’approccio al lavoro è più agile e incentrato sui dipendenti, valutati per le loro competenze e non per il job title o le qualifiche scolastiche. Un nuovo modello operativo in cui le persone vengono abbinate ai progetti in base a competenze, capacità e interessi.

mattoncini di legno con parole chiave

Perché per le organizzazioni sta diventando necessario concentrarsi sulle competenze

Sappiamo tutti che il mondo del lavoro è in continua evoluzione e ce lo dicono i fatti. Le strategie che potevano funzionare solo qualche anno fa non sono più adatte all’ambiente di lavoro di oggi. I rapidi cambiamenti tecnologici dell’ultimo decennio hanno favorito l’adozione del digitale in tutti gli aspetti del lavoro. Tra le trasformazioni che tutto questo comporterà, per esempio, gli esperti prevedono che nei prossimi cinque anni il 50% dei lavoratori sarà sostituito dall’automazione tecnologica e il 40% delle competenze non sarà più rilevante.

Ecco come la riqualificazione diventa imprescindibile per rimanere competitivi nel mercato del lavoro. Secondo Forbes, è proprio questo il motivo che ha spinto molte organizzazioni a sviluppare una strategia basata sulle competenze, per cui assume valore guardare i lavoratori sotto una nuova lente, più agile, che si concentra sulle skills piuttosto che sui requisiti professionali.

Speexx realizza progetti di formazione e valutazione linguistica blended a distanza per le aziende. Aiutiamo le grandi organizzazioni in tutto il mondo a incrementare la produttività attraverso il miglioramento delle competenze comunicative dei propri dipendenti.

FIND OUT MORE!

La crescita delle persone in azienda oggi è più importante che mai

Il Learning Report di LinkedIn del 2022 ha rilevato che il 46% dei leader nell’area Learning & Developement (L&D) afferma che l’aggiornamento e la riqualificazione dei dipendenti è uno dei driver principali nel mondo HR. Tuttavia, poiché molte organizzazioni operano ancora con strategie basate sui ruoli, i programmi L&D sono spesso rivolti solo al personale con prestazioni più elevate e maggiore esperienza.

Un approccio basato sulle competenze offre un nuovo modo di pensare, in quanto dà la priorità allo sviluppo delle competenze professionali dei dipendenti, e non alle percezioni soggettive del successo e delle prestazioni. Questo riduce al minimo la possibilità di potenziali pregiudizi e, in alcuni casi estremi, anche dei favoritismi. Il vero cambiamento avviene quando i leader collegano lo sviluppo delle competenze alla mobilità interna.

Muoversi ora per un futuro migliore

Ryan Rolansky, il CEO di LinkedIn, afferma che un approccio basato sulle competenze è fon