Come selezionare e coinvolgere una forza lavoro multigenerazionale e multiculturale

Report recenti evidenziano per la prima volta nella storia, che molte organizzazioni assumono personale che abbraccia quattro, a volte cinque generazioni. Infatti, entro il 2020, la maggior parte delle aziende avrà tutte queste coorti che lavorano fianco a fianco.

Alcuni leader potrebbero preoccuparsi di quello che potrebbe significare per le loro organizzazioni avere un’ampia varietà di persone con esperienza, prospettive e aree di competenza fondamentalmente diverse, chiedendosi quanto tutto ciò ostacolerà il progresso o la crescita aziendale.

Per aggiungere un ulteriore livello di complessità, grazie alla globalizzazione, le organizzazioni di tutto il mondo stanno diventando sempre più multiculturali: le aziende che attraversano i confini, internet che continua a connetterci in modi imprevisti e il lavoro a distanza che diventa sempre più comune. Questo significa anche dover far coincidere valori, metodi di comunicazione e competenze linguistiche diversi.

Oltre a guadagnare il massimo dei voti della vostra azienda sul “diversity report”, una forza lavoro multigenerazionale e multilingue è in realtà un vantaggio competitivo per la vostra azienda a condizione che i leader e manager esaminino i background, i livelli di abilità e le opportunità di apprendimento. Sappiamo che la diversità offre una vasta gamma di punti di vista, idee e punti di forza all’interno di un’organizzazione.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a coinvolgere i Baby Boomers, Gen X, Milleniali e Gen Z di tutto il mondo:

Perchè un’iniziativa e-learning si possa definire “di successo”, il Design Thinking deve diventare parte integrante della strategia HR . Scopri come adottare un approccio User Centric assicurandoti l’engagement attivo delle risorse.

Scarica il White Paper gratuitamente

_____________

 

forza lavoro multigenerazionale e multiculturale

Sfrutta la tecnologia disponibile

Potrebbe non sorprendere sapere che i Millenial e i Gen Z vogliono usufruire delle nuove tecnologie brillante. Infatti, queste sono due coorti che sono cresciute conoscendo un mondo guidato esclusivamente dalla tecnologia. Quindi, se i responsabili delle risorse umane e L&D desiderano rapportarsi meglio con loro, è una buona idea incontrarli dove si trovano e utilizzare i dispositivi che stanno già utilizzando.

Detto questo, è possibile che i software e hardware più recenti e migliori possano non essere molto intuitivi per altri dipendenti. In effetti, l’apprendimento di un nuovo programma può spesso sembrare loro come se stessero imparando una lingua nuova.

In ultima analisi, i dipendenti – specialmente i Millennial  e i Gen Z, stanno cercando opportunità per crescere e migliorare le proprie capacità; sia che si tratti di software più tradizionali o di programmi personalizzati VR all’avanguardia e di Chatbot di intelligenza artificiale, i responsabili delle risorse umane e dei team devono accettare tale personalizzazione e un po’ di sperimentazione contribuirà a garantire esperienze di apprendimento dei dipendenti in modo coinvolgente e autonomo.

Presenta programmi di tandem linguistico

Le aziende che desiderano espandersi globalmente hanno bisogno di dipendenti che parlano più di una lingua. Oltre a impostare corsi linguistici per il tuo staff, considera la possibilità di introdurre programmi di tandem linguistico “in-house.

L’apprendimento tandem è un metodo di apprendimento della lingua basato sulla pratica del linguaggio reciproco tra due membri che parlano lingue diverse. Questo di solito viene fatto da due madrelingua che si insegnano reciprocamente la loro lingua madre. Questo metodo di apprendimento è vantaggioso non solo perché consente il trasferimento delle competenze linguistiche, ma anche perché facilita un legame tra due persone che altrimenti non potrebbero trascorrere del tempo insieme. Inoltre, incoraggi le risorse a collaborare con persone che non si conoscono bene, o meglio ancora.

forza lavoro multigenerazionale e multiculturale

Prendi in considerazione dei giorni di “job-shadowing”

C’è il vecchio detto che dice che non capirai pienamente una persona fino a quando non sarai nelle sue scarpe. Le persone hanno meno probabilità di capirsi l’un l’altro se provengono da generazioni diverse o da nazioni diverse. A volte, l’incapacità di relazionarsi può essere anche legata alla professione svolta: ad esempio, qualcuno nel reparto finanza potrebbe avere un’esperienza quotidiana completamente diversa nella tua azienda rispetto a, qualcuno che lavora allo sviluppo software.

Un modo efficace per aiutare le persone a capirsi meglio – e potenzialmente creare empatia tra due estranei diversi e senza nulla in comune, è quello di implementare un programma di job-shadowing. L’idea è che, in alcuni giorni selezionati durante l’anno, le organizzazioni accoppiano due persone con ruoli chiaramente diversi all’interno della tua azienda; in un giorno la persona A sarà l’ombra della persona B, imparando cosa fa B tutto il giorno, mentre un altro giorno B sarà l’ombra di A.

Lo job-shadowing può aiutare i dipendenti a capire perché ogni lavoro è importante e crea un ambiente di lavoro favorevole.

Utilizza programmi di mentorship

Mentre i dipendenti junior possono certamente beneficiare delle conoscenze e delle capacità dei loro colleghi senior più esperti, potresti considerare per la tua organizzazione un programma di “reverse mentoring”. Questo concetto è stato reso popolare nel 1999 dall’ex CEO di GE, Jack Welch , quando ha richiesto a 500 dei suoi migliori dirigenti di associarsi con quelli junior allo scopo di imparare a utilizzare internet.

I dipendenti più giovani possono aiutare a garantire che quelli più “anziani” non perdano il contatto con la tecnologia in evoluzione; mentre quelli con esperienza sono in grado di fornire conoscenze del settore e consulenza professionale ai junior. Se le lacune di conoscenza coinvolgono la tecnologia, la lingua o le competenze trasversali, il reverse mentoring – che può essere una componente di job-shadowing  e di programmi linguistici tandem – possono aiutare a colmare queste lacune.

Crea team specifici per ogni progetto

L’implementazione di team interfunzionali per progetti speciali consente alle persone che raramente collaborano insieme di creare opportunità di business. Nella formazione di questo tipo di team, i dipendenti di tutte le generazioni e culture sono suscettibili di sentirsi più a proprio agio l’uno con l’altro e superare qualsiasi pregiudizio o stereotipo – e quindi creare un ambiente di lavoro più sicuro e positivo.

In fin dei conti tutte le generazioni vogliono un lavoro soddisfacente, un buon equilibrio nella vita lavorativa, opportunità di apprendimento e sviluppo ed essere trattati con rispetto. Le organizzazioni che affrontano le differenze in modo proattivo e sensibile, riescono superare gli stereotipi generazionali e culturali, traggono vantaggi competitivi e costruiscono un clima lavorativo ricco e gratificante; quelli invece che non riescono a riconciliare e abbracciare la lingua e le distinzioni culturali rischiano di non essere adeguati e al passo coi tempi.

 

Perchè un’iniziativa e-learning si possa definire “di successo”, il Design Thinking deve diventare parte integrante della strategia HR . Scopri come adottare un approccio User Centric assicurandoti l’engagement attivo delle risorse.

Scarica il White Paper gratuitamente

_____________

 

Autore:

Sarah Sullivan is the Head of Digital Content & Communications for Speexx, the world’s leading online language learning and business communication skills training service.