Intraprendere un nuovo ruolo di leader può essere un compito arduo, in particolare quando si tratta di assumere un incarico direttivo nei confronti di ex colleghe e colleghi. Far accettare a tutti il nuovo incarico, infatti, non è per niente semplice. Quando si passa dal ruolo di collega a quello di leader, una persona potrebbe incontrare una certa difficoltà nel trovare il giusto equilibrio tra il vecchio ruolo e le nuove vesti di manager.

In questo articolo ti proponiamo 10 suggerimenti e 1 consiglio strategico, per imparare a guidare i nuovi leader in questo cambiamento. Capiremo insieme quali sono le principali sfide per coloro che che per la prima volta rivestono un nuovo ruolo dirigenziale e gli strumenti più efficaci per aiutarli ad affrontare questa situazione all’interno della stessa organizzazione.

Citazione: “È una situazione difficile poiché subentra una nuova dinamica e le persone iniziano ad analizzare ogni tua mossa più da vicino. Si possono incontrare le stesse difficoltà di qualsiasi altra promozione, in questo caso con la sfida aggiuntiva di gestire un nuovo tipo di rapporto, con coloro con cui prima lavoravi fianco a fianco.”

Robert Sutton, professore di Management Science and Engineering presso la Stanford University.

ragazza leader che si confronta con altri colleghi

Sommario:

Da ex collega a leader: 10 suggerimenti (e 1 consiglio strategico) per guidare i nuovi manager

Michael Watkins, presidente di Genesis Advisers e autore di The First 90 Days e Your Next Move, sostiene che la maggior parte degli executive sono stati promossi a ruoli dirigenziali per guidare ex peers. Tuttavia, il fatto che sia un dato frequente non facilita le cose. La rivista Forbes ha chiesto ad alcuni membri del Forbes Coaches Council di fornire qualche consiglio pratico per aiutare i nuovi leader a gestire una transizione fluida verso il ruolo di leadership.

Da questa intervista abbiamo estrapolato 10 suggerimenti e 1 consiglio strategico per aiutarti a mantenere delle relazioni di fiducia con i membri del tuo team.

  1. Ascolta e comunica: una comunicazione chiara è la chiave del successo in qualsiasi ruolo di leadership, ma è particolarmente importante quando si guidano ex colleghi. In questo caso può fare la differenza incoraggiare una comunicazione aperta e ascoltare attivamente le necessità e le idee dei membri del tuo team. Pianificare delle riunioni regolari e incontri 1:1 può garantire a tutti di essere allineati rispetto alle aspettative e agli obiettivi, e di riuscire ad affrontare tempestivamente qualsiasi tipo di difficoltà.
  2. Mostra empatia e sicurezza: adottare un atteggiamento empatico e sicuro può aiutare a fare riconoscere il proprio ruolo dirigenziale. Parla con convinzione, prendi decisioni e non aver paura di chiedere ciò di cui hai bisogno. Ma ricorda che i membri del tuo team sono persone e come tali potrebbero attraversare momenti di difficoltà nella vita privata. In questi casi ricordati di mostrare empatia e comprensione nei loro confronti e di renderti disponibile per offrire ove possibile, il tuo aiuto. È così che guadagnerai la fiducia e lealtà da parte di tutto il tuo team.
  3. Stabilisci confini chiari: stabilire confini e aspettative chiare è fondamentale per mantenere un rapporto di lavoro professionale ed evitare confusione o risentimento. Ciò include chiarire ruoli, responsabilità e processi decisionali. Impostando confini chiari, puoi aiutare a creare un ambiente di lavoro stabile e organizzato per il tuo team.
  4. Mostra rispetto in ogni momento: come leader, è importante mostrare rispetto a tutti i membri del tuo team, inclusi gli ex colleghi e colleghe. Ciò significa essere aperti alle loro idee e trattarli con dignità e rispetto, questo contribuirà a costruire fiducia e creare un ambiente di lavoro positivo.
  5. Mantieni equilibrio e coerenza: mantenere equilibrio e coerenza nel prendere decisioni evitando favoritismi verso individui o gruppi, è essenziale per mantenere un ambiente di lavoro collaborativo. Ciò contribuisce a garantire che tutti i membri del team vengano trattati in maniera equa, e questo incentiva la fiducia e la motivazione.
  6. Incoraggia la crescita personale e professionale: aiutare i membri del tuo team a crescere professionalmente è uno dei compiti del(la) leader. Incoraggia i membri del tuo team ad avere obiettivi definiti e a perseguire nuove opportunità di formazione e acquisizione di nuove competenze. Offrire coaching aziendale e formazione linguistica potrebbe essere una parte importante di questo processo.
  7. Riconosci e premia le buone performance: riconoscere e premiare le buone performance, è un ottimo modo per motivare e incoraggiare i membri del tuo team. Riconoscere e celebrare regolarmente i successi delle persone del tuo team contribuirà a creare un ambiente di lavoro positivo e di collaborazione. Le persone si sentiranno riconosciute e apprezzate e diffonderanno un’etica del lavoro propositiva.
  8. Dai feedback, ricevi feedback: come leader, è importante essere aperti al feedback dei membri del tuo team ed essere in grado di darne di costruttivi. Il feedback può migliorare i processi e fornire un utile supporto per individuare aree di miglioramento di tutti. Assicurati che il feedback sia positivo, costruttivo e ben comunicato. Ciò porterà ad un aumento della produttività e dell’engagement da parte dei dipendenti.
  9. Prenditi il ​​tuo tempo e adotta il senso dell’umorismo: non cercare di apportare grandi cambiamenti nel breve periodo. Prenditi il tuo tempo per conoscere le persone del tuo team, comprenderne i punti di forza e le debolezze. Cerca di adottare un certo senso dell’humor nella tua comunicazione: perché la risata è un ottimo aneddoto per sciogliere le tensioni e creare un ambiente di lavoro rilassato e collaborativo. Mantieni un atteggiamento agile, anche di fronte a situazioni gravose.
  10. Guida con l’esempio: quando diventi un(a) leader, fungi da esempio per i membri del tuo team. Le tue azioni avranno un valore maggiore rispetto alle parole. Dimostra le tue qualità di leader assumendoti le responsabilità, prendendo l’iniziativa e dando un esempio positivo. Le tue ex colleghe e colleghi si rivolgeranno a te per capire come comportarsi; quindi, è importante guidarli con l’esempio in termini di etica professionale, attitudine e comportamento.

Ebook - Il Metaverso: fantascienza o futuro incombente?

Scarica

Scarica il documento

Grazie! A breve riceverai il contenuto tramite mail.

Il consiglio chiave per nuovi/e leader!

La chiave per guidare con successo una squadra di ex pari è ricordare che siete tutti nella stessa barca. Anche se hai il ruolo di leader, fai anche tu parte del team. Lavorate insieme e sostenetevi a vicenda per raggiungere obiettivi comuni, e costruirai un team forte e coeso, capace di realizzare grandi cose. Ricordati che guidare ex colleghi e colleghe richiede l’abilità di mantenere un equilibrio delicato tra rapporto professionale e umano con ognuno di loro, guidandoli e prendendo decisioni importanti.