White Paper: Le neuroscienze al servizio della Learning Organization

White Paper: Le neuroscienze al servizio della Learning Organization

Il modern learner ha poco tempo da dedicare alla formazione. Preso dalle sue attività quotidiane, non può più lasciarsi distrarre da una massa di informazioni inutili.  Oggi, le neuroscienze aiutano a creare esperienze formative davvero efficaci. A che cosa si ispirano queste tecniche, quali sono e come funzionano?

Compila il webform e scarica il contenuto gratuito!
Licenza Creative Commons
Le neuroscienze al servizio delle learning organization di Speexx è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

In questo white paper imparerai:

  • Come sfruttare le neuroscienze per catturare l’attenzione del modern learner.

  • Quali sono i metodi di formazione basati sulla neuroscienza.

  • Miti sulle neuroscienze: è vero che sfruttiamo solo il 10% del nostro cervello? Esistono le cosiddette “intelligenze multiple”? Il predominio emisferico classifica l’individuo in razionale o creativo?

Rimani informato su HR Trends e language tips sul blog di Speexx:

Colloquio di lavoro in inglese: le 12 possibili domande e come rispondere

Se sostenere un colloquio di lavoro è generalmente stressante, affrontarlo in inglese può diventare motivo di ulteriore tensione e insicurezza. Se ci si auto certifica un livello di inglese alto e non si è in grado di sostenere una conversazione disinvolta, qualsiasi altra informazione riportata sul curriculum potrebbe perdere di valore. 

Il futuro del talent management: 7 trend da monitorare nel 2019

Il capitale umano è il più grande asset e la più grande chiave per raggiungere i risultati di business. La formazione in azienda risulta essenziale da una parte per lo sviluppo e per il mantenimento dei lavoratori attuali, dall’altra per attrarre talenti e personale altamente qualificato presso la propria organizzazione.

L’utilizzo delle neuroscienze per un apprendimento personalizzato

I cervelli dei singoli studenti sono unici – cambiano e si adattano costantemente. Man mano che apprendiamo vengono create nuove connessioni e vengono creati nuovi percorsi neurali. Questo è noto come plasticità sinaptica. Nella neuroscienza dell’apprendimento, questo concetto ha sostituito la convinzione che apprendiamo meglio durante l’infanzia, piuttosto che in età adulta, dal momento che i nostri cervelli sono meno ricettivi alle nuove esperienze e all’apprendimento.

Se ti ha interessato questo contenuto, scaricane altri o iscriviti ai nostri webinar!

 Infografica
speexx-people-strategy-strappo
People Strategy 4.0
Download
Infografica

speexx infografica microlearning

Microlearning best practice
Download
Infografica

infografica-hr-comunicazione-efficace

HR e comunicazione efficace in azienda
Download

Scopri di più …