Perfect Out Of Office message

Infografica: Perfect Out Of Office message

Che tu sia in partenza per le vacanze, in viaggio d’affari o impegnato in una business conference all’estero, forse non hai ancora impostato la risposta automatica fuori sede.
Strutturare il messaggio di Out Of Office può essere impegnativo, specie se in un’altra lingua.
Ecco alcuni suggerimenti per impostare un avviso automatico efficace in inglese.

Compila il webform e scarica il contenuto gratuito!

Hai problemi di visualizzazione del form? Disattiva ADBlock, contatta il tuo IT o scrivici a comunicazione@speexx.com

L’infografica di Speexx “The perfect Out Of Office message” , il relativo lavoro artistico, grafica e contenuti sono protetti dal diritto d´autore nonchè dal diritto di proprietá intellettuale.È vietato copiare, appropriarsi, riprodurre, ridistribuire in qualunque modo o forma su reti pubbliche o private, in tutto o in parte, senza espressa autorizzazione da parte di Speexx – Digital Publishing S.r.l.

Leggi Rimani informato su HR Trends e language tips sul blog di Speexx:

Employee Experience: le persone al centro

Da quando Airbnb ha introdotto il concetto di “Employee Experience” (EX), le aziende hanno iniziato ad informarsi sul significato cercando di comprenderlo nel modo più corretto. Mentre prosegue la ricerca dei talenti, un’efficace strategia EX si configura come fattore vincente per sbaragliare la concorrenza. Ma cos’è esattamente l’Employee Experience e in che modo i responsabili HR possono servirsene per aumentare il valore del brand?

Come scrivere una lettera di presentazione in inglese

Stai cercando lavoro e, a parte il curriculum, ti chiedono una lettera di presentazione? Per gli inglesi, includere una cover letter è fondamentale nel momento in cui vuoi fare domanda per una posizione lavorativa in una azienda o in un’università. La cover letter è uno strumento importante, perché dà la possibilità di stimolare la curiosità dell’azienda, concedendoti all’inizio un colloquio e poi possibilmente il lavoro desiderato.

Dare il benvenuto in inglese

Vi sarà capitato di dare il “welcome” a un vostro ospite straniero oppure a un cliente. Come ve la siete cavata? A volte questo tipo di situazione può portare a un po’ di tensione e magari tante dubbi girano nella vostra mente: osa gli dico? Cosa gli chiedo? Di cosa posso parlare? E così via. Ho preparato una piccola guida che vi può aiutare a farvi sentire più rilassati e a proprio agio anche in una lingua che non è la vostra. Let’s see it!

Se ti ha interessato questo contenuto, scaricane altri o iscriviti ai nostri webinar!