Le azioni non bastano: il potere della comunicazione

Per essere un leader a tutto tondo sono necessarie competenze diverse, che intervengono in misura diversa a seconda del tipo di manager che desiderate essere. Tuttavia, c’è un’area di competenze in cui ogni leader “di spessore”, di qualunque tipo, non può non eccellere: la comunicazione.

“Un discorso ben fatto ha il potere di motivare, coinvolgere e, ciò che più conta, ispirare azioni” afferma Juan Carlos Pastor, Professore di comportamento organizzativo presso la IE Business School. Tuttavia, come scrive sul Financial Times | IE Business School Corporate Learning Alliance, non è che i leader aziendali debbano raggiungere le vette oratorie di un novello Martin Luther King Junior per avere un impatto forte sui loro team.

Scarica l’infografica “Il decalogo del perfetto HR Manager”!

____________________________________________________________

I cinque principi della comunicazione

Ciononostante, sostiene che dovrebbero comunque fare propri cinque principi:

  • Creare fiducia attraverso l’autenticità. Costruire la fiducia esprimendo convinzione morale, dicendo la verità, persino ammettendo i propri errori, vi aiuterà a sviluppare la credibilità di cui hanno bisogno i vostri interlocutori. È inoltre importante ricordare che il vostro pubblico misurerà la vostra sincerità dalle più sfuggenti e rapide espressioni facciali. Persino il comico Groucho Marx una volta ha detto “La sincerità è la chiave del successo. Se bari una volta, sei fritto”. Ma è vero anche che il linguaggio del corpo può ridimensionare un sincero interesse per una certa causa. Come ha osservato Jonathan Freeman, docente di psicologia al Goldsmith College di Londra, un’espressione facciale neutra con la bocca leggermente sorridente e le sopracciglia un po’ alzate suggeriscono una maggiore affidabilità. Quindi, ci dice Pastor, controllate allo specchio l’effetto che fate prima di fare quel discorso così importante.
  • Condividere le storie personali. Le persone seguono i leader con cui sentono di potersi identificare a livello personale. Quando le esperienze di un potenziale leader esemplificano valori e caratteristiche quali la sopravvivenza, la speranza o il successo, queste storie possono ispirare altri membri del team. Pastor invita a “Non avere paura di condividere aneddoti personali che possono contribuire a fare di te un modello di ruolo.”
  • Usare le figure retoriche Il ricercatore John Antonakis, che si occupa di leadership, identifica 12 figure retoriche che possono elevare il livello di un oratore e del suo messaggio- Tra esse vi sono la metafora, la ripetizione, le similitudini e le analogie, le domande retoriche, le affermazioni che rimandano a sentimenti condivisi e la definizione di obiettivi impegnativi. Secondo Antonakis l’uso di queste figure può migliorare il livello di leadership di un oratore del 60% circa.
  • Aiutare le persone a pensare in modo diverso. I comunicatori devono ispirare i loro ascoltatori ad agire. Per farlo, possono aiutarli a definire un problema con nuove prospettive e quindi proporre soluzioni alternative. Pastor ci ricorda che, nel suo discorso alla Macworld di Boston del 1997, Steve Jobs invitò i dipendenti della Apple non a concentrarsi su come fare a battere la Microsoft, ma sul rendere speciale la Apple. Ridisegnando la sfida di Apple, preparò la strada al grande successo aziendale che tutti conosciamo.
  • Mettere in campo stimoli all’azione. Nel 1965 lo psicologo Howard Leventhal, studiò il modo per convincere gli studenti dell’università di Yale a farsi vaccinare contro il tetano presso il servizio sanitario locale. Preparò due libretti. In uno spiegava i rischi del tetano, con illustrazioni e schemi grafici. Nell’altro metteva in evidenza i vantaggi del vaccino senza insistere sui pericoli. Nessuno dei due libretti raggiunse l’effetto desiderato. Allora, su una piantina del campus, Leventhal segnò con un cerchio la sede del centro di assistenza sanitaria. Il tasso di vaccinazioni aumentò immediatamente di un terzo. Nella nuova piantina era stato inserito uno stimolo ad agire. “I leader efficaci devono aggiungere spunti simili, semplici, per far scattare l’azione” – ci dice Pastor.

Come migliorare le tue competenze

Il primo passo per migliorare se stessi in qualsiasi ambito, compresa la capacità di comunicazione, sta nel portare ciò che già si fa al massimo livello. Ecco dieci modi per aiutarti a farlo:

  1. Convinciti che, se vale la pena fare una certa cosa, vale la pena farla bene.
  2. Immergiti in essa completamente.Impara a provare interesse per ogni piccolo miglioramento o per una nuova idea.
  3. Ricerca e assapora il feedback positivo.Non lasciare che i commenti negativi ti distraggano da ciò che hai fatto bene. Se nessun altro ti elogia, ripensa ai momenti di successo. Stabilisci che cosa ha contribuito a realizzarli e come puoi fare per raggiungerli più spesso.
  4. Considera gli intoppi come occasioni di apprendimento.Non perdere tempo ed energie a negare le sconfitte. Parla delle implicazioni con i colleghi. Limita i danni, quindi impara dagli eventi che le hanno generate.
  5. Non perdere tempo a lamentarti.Concentrati su ciò che puoi fare per risolvere un problema e fa in modo che non si ripresenti.
  6. Valutale possibilità di esiti negativi e il relativo impatto negativo che potrebbero avere. È probabile che gli altri non se ne accorgeranno, se non hai commesso errori grossolani.
  7. Non guardare ai problemi come a segnali di fallimento.Essi non sono altro che possibilità di rettifica degli errori precedenti e di correggere il tiro, non un invito a rinunciare.
  8. Accetta un po’ di sofferenza e gratificazione differita.Il successo implica spesso sofferenza, solitudine e difficoltà, ma avrai raggiunto un livello che ti farà lasciare tutto il resto alle spalle.
  9. Comportati come se avessi successo, anche se non ti senti così. Ciò che gli altri vedono dà forma alle loro aspettative su ciò che riceveranno, e saranno loro a sentirsi a disagio nel momento in cui farai cose che dimostreranno loro che ti avevano sottovalutato.
  10. Fa’ in modo che siano gli altri a promuovere la tua figura. Tendiamo a non apprezzare particolarmente le persone che ci dicono quanto sono brave, ma tendiamo a crederlo quando sono gli altri a lodare quelle stesse persone. Perciò, fa’ in modo che siano glia altri a caldeggiarti: promuovi la tua conoscenza, le tua capacità e il tuo carattere, eccetera.

Scopri come Speexx può aiutarti a migliorare la comunicazione aziendale per i senior manager e forma leader efficaci nella tua organizzazione. 

Coinvolgi i tuoi leader

Autore:

Oliver Albrecht inizia la sua collaborazione con Speexx nel 2003 come Country Manager della filiale italiana dell'azienda. Viene successivamente nominato Head of Business Development e nel 2008 cura la start-up della sussidiaria spagnola a Madrid. Nel febbraio 2012 assume inoltre la carica di Vice Presidente del Gruppo, con diretta responsabilità nello sviluppo commerciale in Russia e America Latina. Ad inizio 2013 Speexx inaugura la sede a San Paolo in Brasile. Prima dell'avventura in Speexx ha maturato esperienze professionali nel settore International Marketing & Sales del brand Nivea (Beiersdorf AG), è stato Partner di Commercial Consult e Amministratore Delegato di Canbox Italia. Oliver Albrecht si è laureato in Economia e Commercio Internazionale presso la European Business School di Oestrich-Winkel (Germania) e parla correntemente italiano, inglese, spagnolo, francese e la sua lingua madre, il tedesco.