Il mondo HR nel 2016. Quali sono le sfide più grandi?

Anche quest’anno Speexx ha invitato tutti i propri contatti delle aree HR e L&D a partecipare ad un questionario sullo stato dell’arte dell’E-learning.

Tramite lo Speexx Exchange Survey 2015-2016 abbiamo parlato con oltre 220 professionisti HR e L&D, a cui abbiamo chiesto come l’e-learning, il mobile learning, i sistemi di gestione dei talenti, la comunicazione interna ed i Big Data stiano cambiando le strategie del mondo delle Risorse Umane.

Ci stiamo muovendo nettamente in avanti, con sempre più manager che raggiungono i propri obiettivi. Una serie di ostacoli devono però essere ancora superati per far sì che le cose prosperino davvero. Quali sono quindi le sfide più grandi per il 2016?

E-learning ed uso della tecnologia

Un impressionante 81% degli intervistati ha introdotto una qualche forma di e-learning all’interno della propria azienda, e più della metà di essi ha affermato di avere inserito in modo strutturato l’e-learning in modo che sia parte integrante della propria cultura aziendale.

Eppure, allo stesso tempo, la gran parte di HR e L&D manager (43 %) prevede di investire solo 10-29% del loro budget per la formazione in programmi web based o blended learning quest’anno.

Nonostante l’e-learning sia certamente più conveniente nel lungo periodo rispetto ad altre forme di formazione aziendale, una realistica percentuale dei bilanci deve ancora essere investito per iniziare e scoprire che cosa funziona meglio in un’azienda. Solo l’8% ha in piano di investire più della metà del proprio budget formazione in soluzioni e-learning.

Eravamo inoltre curiosi di sapere quali fossero i reali vantaggi dell’e-learning secondo gli HR manager intervistati: offre veramente ciò che promette?

I vantaggi maggiormente indicati sono la Flessibilità e l’Accessibilità (dato risultato al primo posto negli ultimi due anni di questionari Speexx Exchange), citato da uno schiacciante 46% degli intervistati. Chiaramente non dobbiamo sottovalutare le opportunità che l’e-learning offre in termini di coinvolgimento degli studenti siti in località remote, l’equa e standardizzata distribuzione di contenuti per grandi gruppi internazionali a livello globale ed anche supportare con soluzioni specifiche quegli studenti che viaggiano frequentemente. Un ulteriore 20% dei rispondenti crede che l’e-learning aumenti la motivazione e la fidelizzazione degli studenti.

Questo punto risuona fortemente nel punto 5 del report Bersin’s Key Predictions for talent management: Bersin ritiene che l’engagement, la retention e la cultura in generale persisteranno come priorità per le aree HR e L&D anche per quest’anno.

Guardando avanti

Il ruolo di HR e L&D manager sta diventando ogni giorno più complesso in quanto le risorse umane si stanno sempre più allineando agli obiettivi di business aziendali.  Sono quattro i punti chiave di discussione:

  • la continua sfida di trovare e trattenere i migliori talenti (28%)
  • allineare la formazione e lo sviluppo con le esigenze di business (26%)
  • usare i Big Data in ambito HR e per le People Analytics (16%)
  • lo sviluppo di grandi leader (12%)

Certo, non tutti gli obiettivi prefissati possono essere raggiunti in tempi brevi ed in un’unica volta, ma essere coscienti di quello che ci aspetta, ci aiuta a capire realmente quello che è più giusto per il nostro business e restare così al passo con tendenze e cambiamenti attuali, continuando a percorrere la strada migliore per le nostre aziende.

Speexx Free Trial
2016-10-27T08:01:38+00:00

Autore:

Armin is Founder and President of Speexx, the world’s leading online language learning and business communication skills training service. He writes and occasionally speaks about learning languages online and the secret of the Perfect Blend and global talent management, Speexx, e-learning and generally believes in the power of communication. Follow Armin on Twitter and LinkedIn.